Un buon esempio di buona impresa e inclusione; a Enna Enaip e diverse attività della ristorazione ci provano

apr 7, 2019

Il lavoro come fattore fondamentale di inclusione sociale e di dignità. Lo è per tutti a maggior ragione per settori di società che molto spesso si tende ad escludere o a limitare nelle relazioni. Ma fortunatamente anche sul nostro territorio sia nell’ambito della formazione che “dell’imprenditoria etica” ci sono delle “isole felici”. E succede così di raccontare belle storie come quella di un ragazzo speciale ennese. Giuseppe Adamo che in città è molto conosciuto perchè impegnato in svariate ed impegnative attività culturali e relazionali come il canto in un coro, da un paio di settimane ha iniziato una attività di pratica come assistente di sala nella pizzeria ennese “Pinocchio”. L’attività svolta da Giuseppe fa parte del programma didattico di un corso di formazione professionale con 15 partecipanti riservato anche ad allievi speciali promosso dall’Enaip di Enna il cui direttore provinciale è Salvo Notararigo, finalizzato ad insegnare a tutti le nozioni fondamentali di questo lavoro. Ed il titolare della Pizzeria Fabio Savoca, ha dato immediatamente la disponibilità a mettere a disposizione la sua azienda per l’attività formazione pratica. “Quando il Direttore Salvatore Notararigo cui mi lega stima ed affetto mi ha chiesto la disponibilità non ci ho pensato due volte, ho detto immediatamente anche perchè non dimentico che prima di diventare titolare di una attività sono stato un dipendente. Quindi ho dato la mia disponibilità per tre allievi. (gli altri due sono Antonino Cannazorro e Caterina Gugliotta) E tra c’è Giuseppe che di fatto è stato lui a scegliere noi”. “Si è vero – conferma Giuseppe – questo lavoro mi piace moltissimo ma io volevo però venire proprio nella Pizzeria Pinocchio perchè mi piace tanto e Fabio è molto gentile”. Giuseppe come gli altri ogni sera così per diverse settimane sarà impegnato insieme ai suoi colleghi di corso in attività di sala. “I ragazzi sono molto volonterosi – continua Fabio – è una esperienza che consiglio a tanti miei colleghi di fare perchè ti arricchisce sul piano umano”. “Giuseppe è molto entusiasta di questa esperienza – conferma la sua assistente di supporto a scuola Laura Di Gangi – si è calato immediatamente nel ruolo con grande serietà e professionalità”. “Questo è un buon esempio di buona impresa ed integrazione – conclude il Direttore Provinciale Enaip Salvatore Notararigo – e mi auguro che tutto ciò possa essere imitato in futuro da altre esperienze imprenditoriali”.
Riccardo Caccamo

(fonte: http://ennapress.it)

Leave a comment

Sign in


Categories